Aeroporto Militare di Rivolto (UD)

FRECCE TRICOLORI
40° Anniversario di Manifestazioni Aeree

Aeroporto Militare di Rivolto (UD)

freccelogo
freccetricolori76@machaurora.it

10 settembre 2000
Un bip bip elettronico lacera il silenzio della notte.
Mi sveglio di soprassalto: ore 03:00 !!!  Sicuramente uno dei miei bambini avrà manomesso la sveglia.
Dopo pochi secondi il cervello si riconnette finalmente oggi si va a Rivolto.
Trenta minuti e sono già in macchina alla volta della casa di Sandro e alle sette e trenta siamo davanti ai cancelli dell’aeroporto. Solo dieci o dodici macchine ci precedono penso che siamo un po’ fuori di testa.
Posso però anticipare la conclusione di queste righe, esprimendo tutto il nostro appagamento dopo tanto affanno: una giornata splendida, un cielo terso come se ne vedono pochi, solcato da linee – più che linee Frecce, non solo Tricolori – che hanno deliziato tutto il pubblico presente, stimato in ben quattrocentocinquantamila persone.
Iniziamo il giro turistico dalla mostra statica, dove sono esposti alcuni aerei significativi della nostra aeroflotta: un possente C130 sovrasta tutto e a seguire ammiriamo un Tornado, un glorioso 104 e via fino allo stand delle Frecce Tricolori.

a-Rivolto Finale contro sole
Ci accorgiamo che il pubblico sta aumentando a dismisura, così decidiamo di portarci presso le transenne che delimitano la pista: alle nove i posti migliori sono già incredibilmente occupati e dobbiamo accontentarci della terza fila.
Dobbiamo attendere ancora due ore prime di potere assistere ai primi voli. Fanno gli onori di casa gli AMX – dislocati in quella base – che ci presentano alcuni passaggi in formazione di nove. Fa sempre un certo effetto sentire lo speaker che, annunciando i nomi dei piloti, nomina anche il nostro ex socio Roberto a bordo del velivolo N06.
Tra i voli eseguiti da singoli velivoli è di grande effetto il Typon, espressione di potenza ed eleganza quando esegue le sue manovre sottoposto ad accelerazioni impossibili sia per l’aereo che per un comune mortale. Bellissimo il Mirage dalla potenza dei suoi 19.000 chili di spinta che inchioda tutti con il naso all’insù, ma il velivolo che ha meravigliato tutti è il G222 che, nonostante la sua mole, ha danzato nel cielo eseguendo looping e tonneau e meritando un caloroso successo.
Le nostre Frecce Tricolori sono bellissime, i nostri piloti bravissimi, ma tutte le pattuglie si eguagliano nel distribuire agli appassionati del volo momenti di ammirazione fantastica.
Chi non vorrebbe essere la in alto (anche gregario del gregario ma tutti al fianco del caposquadra) a compiere quelle spettacolari evoluzioni?
E’ inutile tentare di descrivere le emozioni, dovete, una volta nella vita, andare a vedere una manifestazione. Sono sicuro che molti ripeterebbero l’esperienza perché non occorre essere fuori di testa come noi per smaniare di ammirare e sognare ripetutamente.
Venite con noi, le emozioni sono garantite.
Anche pilotare un aeromodello genera sani batticuori, perché non provare?
Non è assolutamente difficile.

Il Presidente Maurizio Assi

Contattateci e verrete con noi nelle nostre visite future.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *