46esima Aerobrigata di Pisa

VISITA ALLA
46esima AEROBRIGATA DI PISA
Lunedi 9 Aprile 2001

freccelogofreccetricolori76@machaurora.it

Oggi, nove aprile, si ripete un già noto rituale:
Sveglia all’alba, incontro con gli amici, partenza per una nuova avventurosa visita a qualche base aeronautica.
Meta odierna la 46ma aerobrigata di Pisa.
Il pullman lascia Milano alle 7 in punto e alle 11 arriviamo all’aeroporto, dove notiamo un intenso traffico aereo.

Dopotutto si tratta di una base operativa e attiva in tutto il Mondo: dalla vicina ex Jugoslavia alla lontana Tymor, dalle missioni umanitarie del dopo terremoto in Turchia alla drammatica spedizione in Congo. I decolli e gli atterraggi si susseguono intensamente.
Il comandante, Generale Roberto Zappa, riceve una delegazione per salutare gli ospiti: con grande emozione ne faccio parte. Conosco il Comandante come fratello del nostro socio e amico Giancarlo, ma incontrarlo in uniforme nel suo ufficio incute quasi timore: una persona affabile ma autoritaria; una sua parola e tutti scattano ed eseguono.

pisa3

A destra del Generale Roberto Zappa, Giacomo e Maurizio del Mach Aurora

pisa1
pisa2


Il suo improvvisato discorso di benvenuto allontana il nostro timore di interrompere il suo lavoro ed arrecargli disturbo poiché, come ci dice, “le visite di cittadini alle basi dell’aeronautica, espressione tangibile dell’affetto della gente, portano anche ai militari un sostegno morale e gratificano il loro lavoro”.

Incuriositi e attoniti come bambini alle giostre, possiamo poi salire su un Hercules e osservarne i minimi particolari… posso sedermi al posto di pilotaggio per pochi minuti e immaginare… pochi minuti, anzi qualche secondo, e la voce del maresciallo che ci accompagna ci riporta con i piedi per terra: ” dobbiamo andare….”
Va bene!!!
La meta successiva è comunque degna di nota: la mensa Sottufficiali, dove ci viene servito un ragguardevole pranzo accompagnato da un eccezionale Chianti. Dopotutto un buon pranzo risulta sempre essere la cornice ideale delle nostre escursioni.
All’imbrunire siamo già in vista di Milano, ma non ci si perda d’animo. Anche se domani si tornerà a lavorare, ci potremmo consolare pensando all’organizzazione della prossima gita…per esempio a Brescia, per la manifestazione che vedrà impegnata anche la nazionale PAN.
Ragazzi, perché non venite con noi???
Ciao a tutti,

Maurizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *